Assistenza Informatica & Sistemistica - Xion Informatica Milano
Assistenza Informatica & Sistemistica - Xion Informatica Milano

Cresce l'interesse da parte delle PMI nazionali verso i servizi di cloud computing, capaci di assicurare una migliore efficienza in abbinamento a sicurezza e continuità del servizio nel tempo. Tutto questo nell'ottica di meglio valorizzare i servizi IT, ritenuti importanti per la crescita dell'azienda

cloud computing 160Le piccole medie aziende italiane guardano al cloud computingIl cloud è nel futuro della piccola media impresa italiana? La risposta non può che essere positiva, stando ai dati emersi da una ricerca commissionata da Microsoft a Ipsos Mori: sono proprio le piccole aziende quelle più invogliate ad investire in tecnologi in questo periodo di difficoltà economica, usando questo come strumento per meglio promuovere prodotti e servizi proposti ai clienti.

Da questo il 70% delle aziende che si muove verso un consolidamento del valore delle proprie soluzioni IT nell'ottica di migliorare l'efficienza, con il 47% che considera la componente IT come fondamentale per il successo d'impresa.

Qual è lo spazio che le piccole e medie imprese italiane dedicano al Cloud Computing? La percezione, per il 53% di queste, è che il Cloud possa rivestire un ruolo sempre più importante per il successo delle aziende. Si tratta di un dato più elevato che per la media delle nazioni dell'Europa occidentale, per le quali solo il 33% delle aziende identifica il Cloud Computing come una risorsa fondamentale per il successo futuro.

Pubblicato in Tecnologia

1&1 espande le funzionalità del suo cloud server con pacchetti pre-configurati

 

Quattro nuovi pacchetti pre-configurati, ognuno con specifiche funzionalità incluse per una ancora più semplice migrazione verso il cloud

1&1 arricchisce l’offerta Cloud Server presentando quattro nuovi pacchetti pre-configurati. Da oggi gli utenti hanno la possibilità di installare a prezzi vantaggiosi delle configurazioni predefinite e pronte all’uso – scegliendo tra una gamma di possibilità che va dal pacchetto M all’XXL, variando in base a RAM, vCore e spazio di storage. Grazie alle diverse versioni è più facile per gli utenti trovare la configurazione ideale per l’uso specifico che devono fare del cloud server: possono iniziare i loro progetti internet con un solo click e, allo stesso tempo, approfittare di ottime performance in tempi velocissimi. Con questo aggiornamento 1&1 rende il suo Cloud Server non solo più performante, ma anche più accessibile in termini di prezzo: il pacchetto entry-level parte da 9,99€/mese IVA esclusa.

Robert Hoffmann, CEO 1&1 Internet AG: “Con l’introduzione di questi nuovi pacchetti, il nostro Cloud Server soddisfa ancora di più le esigenze delle PMI, che richiedono una soluzione cloud semplice e al contempo in grado di garantire prestazioni elevate. Oltre ad una gamma di feature davvero ricca, da oggi siamo in grado di offrire un prezzo di partenza ancora più vantaggioso”.

Scopriamo i nuovi pacchetti

I nuovi pacchetti 1&1 Cloud Server sono disponibili in quattro diverse “taglie”, dalla M alla XXL. In alternativa, l’utente può comunque scegliere di configurare il server anche in modo flessibile, scegliendo qualsiasi combinazione di vCore, RAM e SSD nella modalità FLEX.

Essendo il prodotto più accessibile della categoria, 1&1 Cloud Server  offre funzionalità avanzate come storage SSD e Storage Area Network (SAN) di default per prestazioni più avanzate e maggiore affidabilità, interfaccia API, accesso KVM via desktop e semplice gestione del proprio account attraverso 1&1 Cloud Panel. Inoltre, gli utenti possono fruire di numerose altre funzionalità: sono inclusi gratuitamente, infatti, traffico illimitato, regole firewall configurabili, un firewall esterno per le impostazioni di sicurezza aggiuntive, load balancing, reti e IP privati, oltre che un servizio clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7. A partire dal lancio, avvenuto nel mese di gennaio, 1&1 Cloud Server è stato continuamente aggiornato con l’aggiunta di diverse funzionalità. Ad esempio, gli utenti hanno a disposizione varie opzioni di backup, fatturazione elettronica, un tool di monitoraggio e molte altre funzioni.

Quando si effettua una modifica dello spazio di storage, RAM e CPU l’aggiornamento viene effettuato immediatamente; è possibile, inoltre, passare alla versione FLEX in qualunque momento.

La gamma di nuovi pacchetti con cui è possibile configurare il cloud comprende: pacchetto M – la configurazione di base ideale per progetti di minori dimensioni, – la soluzione web server adatta a siti di piccole o medie dimensioni, XL – perfetto per negozi online e applicazioni di database e, infine, XXL per progetti più ampi e complessi. La versione FLEX, invece, è ideale per le PMI che necessitano di un ambiente cloud davvero flessibile e scalabile per i propri siti internet.

Specifiche tecniche dei pacchetti pre-configurati:

Pacchetto RAM vCPU Storage Prezzo / Mese
M 1 GB 1 vCore 40 GB 9,99 €
L 2 GB 2 vCore 80 GB 19,99 €
XL 4 GB 2 vCore 120 GB 29,99 €
XXL 8 GB 4 vCore 160 GB 49,99 €
FLEX 1 – 128 GB 1 – 16 vCore 20 – 2.5 TB da 15,84 €

Percezione del mercato favorevole

Cloud Spectator, agenzia internazionale di analisi con sede negli USA e specializzata nella valutazione dei sistemi IaaS (Infrastructure-as-a-Service) in base ai benchmark principali come prestazioni e prezzo, ha recentemente recensito 1&1 Cloud Server. Nello specifico, gli analisti lo hanno comparato alle soluzioni di pari categoria di altri quattro player del mercato in termini di prestazioni virtual machine (VM) – valutando valori di raw performance e price-performance di diverse VM di differenti dimensioni. I risultati dell’analisi mostrano che 1&1 Cloud Server fornisce un livello superiore agli altri player in termini di prestazioni complessive, prestazioni in termini di rapporto qualità/prezzo e di prezzo per singola performance. 1&1 Cloud Server offre il livello più alto di prestazioni nei test di vCPU, storage e nel complesso le prestazioni più stabili durante il test.

“1&1 ci ha chiesto di studiare il loro nuovo Cloud Server prima di lanciarlo sul mercato”, ha dichiarato Danny Gee, Senior Analyst di Cloud Spectator. “Abbiamo riscontrato che la loro nuova soluzione è davvero competitiva sia dal punto di vista delle prestazioni, sia nel rapporto qualità/prezzo. Il Cloud di 1&1 è risultato il migliore in termini di CPU e velocità di disco, paragonato con i server che abbiamo testato. Con questa soluzione cloud 1&1 garantisce prestazioni elevate e può assolutamente competere con i maggiori player mondiali”.

Robert Hoffmann aggiunge: “I risultati emersi dalla survey di Cloud Spectator rispecchiano esattamente i feedback che continuiamo a ricevere dai nostri clienti. Siamo fieri di poterci avvalere oggi anche di questa ulteriore conferma da parte di una realtà esterna. Siamo molto contenti del risultato in quanto va ad evidenziare la grande qualità del nostro prodotto e a confermare il nostro Cloud Server come il migliore sul mercato per prestazioni”.

Pubblicato in Tecnologia

Amit Jasuja Symantec

 

Con Symantec più sicurezza per i dati nel Cloud

Symantec DLP 14 fornisce ai CIO maggiore visibilità e controllo sui dati aziendali e migliora la sicurezza del Cloud

Symantec ha annunciato la disponibilità del nuovo prodotto didata loss preventionDLP 14, una soluzione che si propone di fornire ai CIO la certezza che i dipendenti delle loro aziende possano trarre vantaggio dalla memorizzazione delle informazioni nel cloud senza preoccuparsi de rischio di perdere o subire il furto di dati.

"Symantec Data Loss Prevention è una tecnologia content-aware che aiuta le aziende a proteggere le loro informazioni sensibili. Con l'ultima versione, stiamo estendendo la DLP all'archiviazione e al cloud email per fornire il controllo e la visibilità di cui necessitano per proteggere le informazioni sensibili così come trarre un pieno vantaggio dal cloud", ha dichiarato Amit Jasuja, Senior Vice President, product development di Symantec.

Vediamone glia spetti salienti evidenziati dalla società.

DLP per Email sul cloud:Symantec DLP 14 supporta Microsoft Office 365 per le aziende che lo stanno utilizzando per caselle di posta elettronica sul cloud. Per chi già utilizzano Symantec DLP questo significa che diventa possibile applicare al cloud le policy di protezione delle informazioni previste per le postazioni on-premise.

DLP per Storage in cloud:Symantec DLP per Box dà visibilità all'interno dei file sensibili che le aziende scambiano tramite Box. Symantec DLP per Box si integra con la piattaforma Box per monitorare gli account dei dipendenti, fornisce analisi in profondità delle informazioni che sono considerate sensibili, di come queste informazioni siano utilizzate e con chi siano condivise. Inoltre, quando sono rilevati file sensibili, Symantec DLP per Box inserisce tag visuali sul contenuto e permette agli utenti di ripulire autonomamente i file direttamente all'interno di Box.

Protezione per Personal Cloud File Sync & Share:il prodotto consente di proteggere informazioni sensibili per gli utenti di Cloud File Sync and Share personali. Symantec DLP può ad esempio monitorare e impedire agli utenti di sincronizzare informazioni aziendali sensibili dai loro desktop a servizi di cloud personali come Box, Microsoft OneDrive, iCloud, Google Drive e Dropbox, o anche utilizzando servizi di posta elettronica come Gmail. 

Pubblicato in Tecnologia
Pagina 4 di 4
Copyright © Xion Informatica S.n.c. - P. IVA 06455280963
Powered by Rubedo Marketing & Web Solution
Security by Ermeteus