Assistenza Informatica & Sistemistica - Xion Informatica Milano
Assistenza Informatica & Sistemistica - Xion Informatica Milano

Software

Mercoledì, 25 Febbraio 2015 11:17

Mobile Advertising: è boom in Italia

http://remarkamobile.alancosens.com/wp-content/uploads/2014/05/mobile-advertising.png

 

IAB Italia ha presentato i risultati italiani della ricerca europea sul mobile advertising, che offre sempre maggiori opportunità anche alle imprese del nostro Paese. L’indagine sul mobile advertising è stata svolta da IAB Europe in Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito. Ne è emersa una grande attenzione da parte delle imprese italiane alle opportunità offerte dal segmento mobile, che viene ritenuto uno strumento sempre più cruciale, da conoscere e utilizzare e in grado di attrarre nuovi budget.

=> Mobile Marketing, mercato 2014 e trend 2015

Lo scorso anno gli investimenti in mobile advertising sono cresciuti del +50%, raggiungendo quota 290 milioni di euro, una quota pari al 14,5% di tutti gli investimenti in internet advertising. Di questi investimenti ben oltre la metà del budget (il 55%) proviene da investimenti che negli anni passati erano destinati ad altri media, mentre il 30% è rappresentato da nuovi budget, stanziati appositamente per questo segmento. Il 70% degli intervistati ha rivelato che il mobile advertising è ormai diventato parte integrante delle proposte commerciali.

=> Gli strumenti di Marketing digitale per il Retail

Tra gli aspetti più interessanti da approfondire in questo tema vengono individuati:

  • dal 47% degli intervistati la mobile privacy;
  • dal 41% la pianificazione su mobile;
  • dal 35% la Brand Safety.

In relazione ai risultati emersi dall’indagine, Michele Marzan, Vice Presidente IAB Italia, sottolinea:

«Il Mobile ha fatto registrare negli ultimi anni ottime performance. Insieme al Programmatic e al Video è certamente uno dei trend trainanti di tutto il nostro comparto. Allo stesso tempo, però, la ricerca ha evidenziato l’esistenza di barriere da superare: prima fra tutte la scarsa comprensione dei vantaggi del mobile Adv da parte del cliente, seguita da una mancanza di integrazione nelle campagne a più ampio spettro e soprattutto di sistemi chiari di misurazione. Come Associazione il nostro compito è quello di supportare tutta la Industry con attività di formazione mirate e di lavorare insieme a tutti gli stakeholder nella definizione di metriche standard per la misurazione dei risultati. I dati sono sicuramente incoraggianti ed è quindi importante continuare a valorizzare questo segmento».

Copyright

Un modello in Excel per il calcolo della tassazione dei titoli di proprietà industriale alla luce della normativa vigente.

marchio registrato 650x252 e1414862958829Calcolare con Excel le tasse di registrazione per Brevetti, Marchi, Modelli e Disegni

Titoli di Proprietà Industriale

Con la recente istituzione del Fondo Nazionale per l'Innovazione, presso il Scarica l'esempio, è stato introdotto il concetto di valorizzazione economica dei titoli di proprietà industriale, allo scopo di incrementare – in particolare alle Pmi – la capacità di ottenere credito dalle banche o raggiungere una maggiore capitalizzazione sulla base delle invenzioni presenti nel proprio portafoglio.

A tale scopo è stata individuata una prima serie di criteri per la attribuzione di un valore economico ai titoli di proprietà industriale.

Copyright

Un modello personalizzabile per calcolare e gestire le provvigioni, a scaglioni, da liquidare ad agenti e rappresentanti di commercio.

ProvvigioniGestione provvigioni di agenti e rappresentanti: il modello


Nell'organizzazione aziendale, la divisione commerciale gestisce l'insieme consolidato dei clienti, esplora nuovi mercati, promuove operazioni di pubblicità e marketing e implementa azioni per fidelizzare la clientela. Il reparto vendite annovera spesso tra le sue fila uno staff di agenti e rappresentanti che costituiscono la forza di penetrazione dell'azienda in termini geografici, di prodotto e di portafoglio clienti. L'assunzione di un rappresentante mono o plurimandatario richiede un preventivo calcolo delle provvigioni a carico del settore Contabilità: lo schema che proponiamo in questo articolo è predisposto per tre rappresentati (responsabili di altrettante aree geografiche), ma il modello può essere facilmente adattato a più soggetti e su aree diverse; basta i dati da inserire riguardano il fatturato per ogni rappresentante con cadenza trimestrale.

Copyright

Un modello che tiene conto delle particolarità delle fatture emesse dagli agenti di commercio con il calcolo dei contributi Enasarco.


Agente di commercio e rappresentante agiscono per promuovere o concludere contratti di vendita a favore di aziende alle quali sono legati da contratto. Devono essere iscritti nell'apposito ruolo presso le Camere di Commercio e presso Enasarco (Ente nazionale di assistenza per agenti e rappresentanti) al quale devono essere versati i contributi annuali al FIRR (Fondo indennità risoluzione rapporto) e quelli a titolo di previdenza e assistenza, calcolati sulle somme dovute ogni trimestre (14,20% sulle provvigioni percepite), per metà a carico dell'agente e per metà del preponente.

La fattura dell'agente di commercio e del rappresentante si differenzia quindi dalle altre in quanto dal totale dei compensi spettanti (provvigioni e IVA) deve essere sottratta la quota dei contributi Enasarco (7,1%) a carico dell'azienda preponente; inoltre, provvigioni e altri compensi sono soggetti a ritenuta di acconto sulle provvigioni.

In questo tutorial proponiamo un modello fattura per gli ausiliari del commercio che genera in automatico la fattura dopo aver inserito in un database i dati necessari e nel modello il numero della fattura.

Copyright

Giovedì, 30 Ottobre 2014 09:56

Anticipo sulle fatture con Excel

Con un modello Excel possiamo rapidamente procedere ad una richiesta di anticipo sulle fatture attive, per ottenere subito del credito e sollecitare il saldo finale.


La crisi economica costringe molte aziende a ricorrere frequentemente al credito, ma troppe volte con esiti negativi. Una piccola forma di "finanziamento alternativo" è data dall'anticipo sulle fatture attive.

Per quanto le banche trattengano spesso una grossa fetta del credito, proprio a causa della solvibilità di molti clienti, rimane un opzione valida. Con un modello Excel possiamo subito cogliere i punti salienti dell'operazione. 

Copyright

Giovedì, 30 Ottobre 2014 09:40

Analisi dei ricavi di vendita

Tutorial su come usare Excel per verificare e analizzare puntualmente lo scostamento tra le spese ed i ricavi previsti e quelli effettivamente realizzati.

Analisi-delle-vendite-e1405514571936Analisi dei ricavi di venditaL'analisi degli scostamenti è una particolare tecnica contabile che consente di individuare le cause che hanno portato a risultati differenti nella gestione d'impresa rispetto a quanto programmato; essa prende origine da una serie di budget (delle vendite, di produzione, delle materie prime, degli approvvigionamenti, delle rimanenze, della manodopera, dei costi industriali, dei costi commerciali e amministrativi) e si articola in un sistema complesso di calcoli che, attraverso la scomposizione degli scostamenti globali in scostamenti elementari, evidenzia l'andamento della gestione rispetto agli obiettivi fissati e le tendenze evolutive in atto. In questo tutorial proponiamo un semplice modello che consente di analizzare i ricavi di vendita attraverso la tecnica degli scostamenti.

 

Copyright

Copyright © Xion Informatica S.n.c. - P. IVA 06455280963
Powered by Rubedo Marketing & Web Solution
Security by Ermeteus